giovedì, giugno 05, 2008

Fino a quando continuerai a dimenticarmi?
Fino a quando mi nasconderai il tuo volto?
Fino a quando nell’anima mia proverò affanni, tristezza nel cuore ogni momento?

(dal Salmo 13)

3 commenti:

Zio Pasa ha detto...

gran bel salmo,

gran bella citazione.

le prime due domande sono dettate dallo stato di sconforto del salmista, e per questo, personalmente, non le intendo alla lettera (letteralmente, il volto di Dio è invisibile sulla terra).

invece, sempre a titolo personale, la risposta alla terza domanda è: "fino alla tomba".

è bello sapere che Dio, per pregare, non ci mette in bocca solamente parole di lode e di gioia, ma anche di delusione arrabbiatura e sconforto, segno che Lui conosce perfettamente le nostre difficoltà su questa terra.

danix ha detto...

C'è una bella canzone del Gen Rosso, a proposito :-)

eloisa ha detto...

Hai ragione! Dio conosce le nostre difficoltà, i nostri limiti! E la cosa bella è che si è fatto uomo e li ha condivisi con noi.
Sinceramente, non avrei pensato di prendere alla lettera qs passo, il significato che gli do è semplicemente un grido disperato di aiuto rivolto verso un Dio che non si palesa da tempo.

Per dani: esattamente! Ho preso il passo proprio dal cd del gen rosso! È proprio bella quella canzone!!